Eurosportello: servizi per l’accesso ai mercati internazionali

Eurosportello Logo

Il contesto di riferimento

Nel 2016 l’economia globale è cresciuta a ritmi contenuti, confermando le deboli prospettive di crescita mondiale già riscontrate nel 2015 per i Paesi dell’area Ocse e l’Asia.

Il Fondo Monetario Internazionale ha recentemente rivisto al ribasso le già contenute previsioni di crescita finale della ricchezza e del commercio mondiale per il 2016 e il 2017, formulate a metà di quest’anno.

Nel corso del 2016, la stagnazione della domanda mondiale si è accompagnata infatti ad una mancata attenuazione del clima di insicurezza globale generalizzata che caratterizza le relazioni internazionali.

E’ ancora elevata la percezione dei rischi che nascono dall’instabilità geopolitica generata dai conflitti in Medio Oriente, dalla presenza del terrorismo e dai timori che i recenti esiti politici in molti Paesi avanzati possano portare a forme di protezionismo economico.

Per il nostro Paese si prevede che le esportazioni di beni e servizi aumentino complessivamente dell’1,3% rispetto al 2015, rimanendo tuttavia al di sotto del tasso di crescita della domanda potenziale dei prodotti italiani.

Questa constatazione trova la sua conferma anche nei dati relativi alla struttura dell’export della nostra regione dal punto di vista del contributo numerico fornito dalle aziende. In Emilia Romagna infatti oltre il 50% della vendita di beni e servizi proviene da poco più di 150 imprese particolarmente performanti, mentre vi è un forte potenziale inespresso di aziende capitalizzate, circa 10.000, che non esporta o lo fa in maniera sporadica.

Peraltro la possibilità per le imprese di competere con successo sui mercati internazionali continua a rappresentare un fattore indispensabile per la crescita della nostra economia.

L’ingresso nell’arena internazionale delle imprese che ancora non esportano e l‘espansione di quelle che vi sono già presenti, costituiscono perciò obiettivi essenziali che devono guidare l’attività di supporto all’internazionalizzazione delle imprese.

La persistente diminuzione del tasso di crescita delle principali economie extraeuropee emergenti appartenenti ai paesi noti come Bric’s (il Brasile, la Russia, l’India, la Cina) rende ancora conveniente nell’attuale contesto la scelta di puntare sui mercati europei o su quelli caratterizzati da grandi progetti di sviluppo economico previsti per l’immediato futuro come i Paesi dell’area del Golfo Persico.

Tra i Paesi maturi gli Stati Uniti si confermano come uno dei principali mercato di destinazione dell’export dell’area Euro.

Il programma di attività

In questo contesto di riferimento si inserisce l’attività dell’Azienda Speciale Eurosportello della Camera di commercio di Ravenna prevista per il 2017.

Il programma di attività per il prossimo anno è stato messo a punto nel quadro delle linee di indirizzo strategiche definite nel programma pluriennale della Camera di commercio in tema di internazionalizzazione e innovazione per il mandato 2014-2018.

La formulazione del programma di attività per il 2017 terrà inoltre conto degli orientamenti in materia di supporto all’internazionalizzazione contenuti nell’attuale processo di riforma dell’ordinamento delle Camere di commercio.

Il nuovo assetto prevede funzioni principalmente rivolte al supporto alle imprese in tema di preparazione e accesso ai mercati esteri con azioni informative, formative, di assistenza e supporto organizzativo, e attività di stretta collaborazione con gli enti nazionali di supporto all’internazionalizzazione delle imprese quali l’Agenzia I.C.E., la Sace e la Simest per quanto riguarda invece le attività di promozione all’estero.

Le linee di indirizzo si inseriscono inoltre nella più generale direttrice europea di sostegno ai processi di innovazione e internazionalizzazione delle piccole e medie imprese.

Questo orientamento trova impulso nella nuova programmazione comunitaria per il periodo 2014-2020, i cui capisaldi sono costituiti dal sostegno all’economia digitale, la sostenibilità, l’accesso al credito, l’educazione all’imprenditorialità, il sostegno allo start up di nuove imprese innovative.

I servizi

  • Servizi per la promozione di opportunità su settori/Paesi

L’obiettivo è di contribuire a rafforzare la competitività di imprese esportatrici appartenenti a filiere produttive che si caratterizzano per il loro potenziale internazionale in termini di dotazione tecnologica, specializzazione o radicamento sul territorio.

La finalità è di proporre sbocchi nuovi di mercato per imprese di settori in grado di intercettare una crescente domanda estera di prodotti e servizi.

Si intende inoltre concentrare l’attenzione, con un servizio multisettoriale Paese, sulle opportunità presenti in alcune aree-mercato che in base all’evoluzione delle tendenze del commercio mondiale nei prossimi anni e ai tassi di crescita previsti, possono rappresentare nuove prospettive di business per il nostro export, sia in Paesi maturi di piccola o grande dimensione, sia in Paesi emergenti europei o extraeuropei.

Azioni previste:

Le attività previste prevedono l’organizzazione di incontri d’affari con buyers esteri, la realizzazione di servizi di accompagnamento al mercato finalizzati alla ricerca di partners commerciali, l’organizzazione di eventi di brokeraggio tra imprese, il supporto nella partecipazione a Fiere.

Settori interessati: edilizia-costruzioni-sistema casa, wellness/salute, meccanica, agroalimentare;

Principali aree-obiettivo: Emirati Arabi Uniti e area del Golfo Persico, Iran, Turchia, Balcani Occidentali, America Latina, Usa.

  • Servizi di informazione, formazione e assistenza ai processi di internazionalizzazione delle imprese

L’obiettivo è di fornire un servizio di assistenza personalizzata alle aziende non esportatrici attraverso un’ ampia gamma di prodotti informativi che aiutano l’imprenditore a orientarsi per valutare a quali mercati stranieri rivolgersi per introdurre i propri prodotti o servizi.

Azioni previste:

informazioni su Paesi, settori e mercati esteri con guide Paese, schede settore, documentazione su normative e prassi internazionali;

ricerca di partners commerciali tramite banche dati specializzate;

check up aziendali per l’internazionalizzazione;

servizi di accompagnamento per la redazione di un piano export e la partecipazione a bandi pubblici;

assistenza con l’ausilio di esperti professionisti sulle tematiche del commercio estero: pagamenti internazionali, fiscalità, dogane/trasporti, finanziabilità di progetti di internazionalizzazione.

  • Servizi per il trasferimento di conoscenze e attività formative

La finalità è di contribuire ad approfondire il livello della cultura imprenditoriale, manageriale, organizzativa e tecnologica delle PMI, per rendere le imprese più competitive e capaci di inserirsi stabilmente sui mercati internazionali.

Si prevede il coinvolgimento delle imprese attraverso la realizzazione di corsi, seminari, cicli di incontri e progetti per la condivisione di reti e risorse manageriali per l’internazionalizzazione.

Azioni previste:

seminari di base e di aggiornamento sulle tematiche dell’internazionalizzazione: contrattualistica, fiscalità, dogane e trasporti, web marketing, pagamenti internazionali, analisi finanziaria.

  • Servizi di accesso alle opportunità europee

L’obiettivo è di supportare le imprese a cogliere le nuove opportunità in tema di innovazione, sviluppo tecnologico ed educazione all’imprenditorialità provenienti dalla nuova programmazione comunitaria per il periodo 2014-2020, mettendo a disposizione il sostegno fornito dalle reti europee di supporto alle PMI (Enterprise Europe Network), di cui l’Eurosportello di Ravenna è partner ufficiale.

Azioni previste:

selezione e diffusione di profili di richiesta o offerta di cooperazione commerciale, produttiva, tecnologica tra imprese europee

realizzazione di attività seminariali su tematiche relative alla legislazione europea, la brevettazione europea, i nuovi programmi europei per la ricerca e sviluppo, l’imprenditorialità e le tematiche ambientali

consultazioni delle imprese su temi specifici riguardanti l’impatto delle politiche comunitarie sulle imprese

orientamento e assistenza sulle politiche comunitarie e i finanziamenti comunitari: informazioni, prima assistenza e attività di animazione sui finanziamenti previsti dalla nuova programmazione dell’Unione Europea (2014-2020)

  • Servizi per l’innovazione e la valorizzazione della proprietà industriale

Si intende favorire l’accesso all’innovazione delle PMI come strategia per la competitività, al fine di promuovere l’evoluzione verso processi a più ampio contenuto tecnologico e immateriale.

Azioni previste:

ricognizione dei fabbisogni tecnologici e di innovazione delle imprese

ricerche di anteriorità in materia di marchi e brevetti

assistenza tecnica e normativa in materia brevettuale:, approfondimenti con l’ausilio di professionisti tramite il servizio “L’esperto risponde”,

svolgimento di seminari di sensibilizzazione e informazione per promuovere la cultura brevettuale.

  • Promozione della normativa tecnica

Le attività prevedono servizi di informazione, documentazione e formazione sulle normative tecniche volontarie elaborate per contribuire da un lato allo sviluppo tecnologico del settore industriale, commerciale e del terziario, dall’altro per sensibilizzare le imprese ad adottare politiche per la qualità dei prodotti, la tutela dell’ambiente, la protezione dei consumatori.

di Giovanni Casadei Monti
Direttore Azienda Speciale Eurosportello
CCIAA Ravenna